Vito Mancuso.it (teologo) 6,5

http://www.vitomancuso.it/

Il celebre teologo “eterodosso”, giornalista, a volte, per La Repubblica, autore di libri molto interessanti e controversi, ha qui il suo sito ufficiale. Contiene molto materiale da leggere.

 

Vito Mancuso.it (teologo) 6,5ultima modifica: 2010-05-13T14:39:19+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Vito Mancuso.it (teologo) 6,5

  1. amico mio, cattolico, non vuoi sempre accondiscendere ai dettati del magistero romano, e fai bene! benchè io sia uno sputo dinanzi a te – giornalista di Repubblica, forse amico di Eugenio e Carlo Maria – non acconsento quasi mai al magistero! -leggimi su commenti recenti!- non prego, nè tantomeno m impegno, per il bene e la vita di tutti, come io penso tu faccia. Gli uomini giurano che loro bene è sposarsi fra di loro, amare la giustizia, da cui un odio incanaglito e perverso, dovuto a soggettivismo etico (1789)infaticabile e forcaiolo: una condizione di vita orizzontale, da cui il rito del Sacrificio è o dovrebbe essere bandito. Dove, “operatore di pace” , voglia significare finalmente, pace concreta fra le nazioni, e non un confuso pace nel Suo Nome. Come piace a Carlo Maria, a te, a Eugenio quella traduzione così affascinante e mondana: operatore, quasi come operatore della Sanità! Tanto altro potrei dire di codesto simpatico Trio, ho 73 anni, tutti trascorsi nella frustrazione più feroce (Deus vult), come si vede da ciò che scrivo, ma io insegno che il bene di ognuno e la vita, o passa dall Evangelo – con TUTTI I SUOI PESI E CONTRAPPESI – ermeneutica che sfugge a codesto dorato Trio – e, ahinoi, anche al magistero romano – tanto che l uomo prende a misura se stesso, (scusa, eh: antropocentrismo) e ne deriva una débacle, anche Hylarotragica; “genitori che mettono a morte i figli, parenti, i parenti, amici, gli amici, così via, con tutti i segnetti sulla fronte e sulla mano! Ma cosa ti ho voluto dire, mio povero amico, che tu non sappia? Una cosa: tanto dimenticata dal Magistero Tronfio e Romano, e da voi cara élite da Trio – fra poco vi raggiungerà Ravasi! – Figurarsi Che sballo: “la Cultura e le Lettere”! (da Caino: una nota a Genesi) ecco, è questa: Magistero Romano ed Eterodossi, Trio VEC e tanti altri influenti amici, dell una e dell altra sponda, DIMENTICANO FREQUENTEMENTE DI INTELLEGERE PESI E CONTRAPPESI NELLA PAROLA. Uniti nella medesima lotta. Con piena soddisfazione di un ex cherubino. Ciao, sono un vecchietto arrogante e sentenzioso, non te la prendere, Vito, non ho più un nome.

  2. Tempo fa Stephen Hawking voleva poter conoscere la Mente di Dio. Per questo io gli dedicai il mio libro: “Il Tachione il dito di Dio”. Ora ha cambiato idea e dice che Dio non esiste. Il CERN a sua volta ripropone l’eterna esistenza della materia. Io rispondo così:
    COMMENTO ALL’ULTIMO ESPERIMENTO DEL CERN DI GINEVRA.
    Ciò che è stato osservato al CERN di Ginevra ,consiste di un plasma di teorema geometrici e matematici, espressi in numeri cardinali .
    Questi a loro volta sono costituiti da un gas di numeri ordinali, (la polvere di Cantor ” diviene “ frattali).
    A proposito DUNQUE ,della presunta autosufficienza della materia ,affermata dopo gli ultimi esperimenti del CERN di GINEVRA.
    Siamo semplicemente alle solite tesi ideologiche .
    Non si tiene conto che l’energia applicata nell’esperimento del CERN è già esistente nell’universo . Quindi la materia non è affatto autosufficiente. Rimane vero semplicemente che nulla si crea e nulla si distrugge .
    Rimane insoluto infatti ,quali sono le ragioni dell’esistenza dell’energia ? Perché c’è l’energia invece che il nulla ?
    Per approfondire segnalo il sito: il Tachione il dito di Dio.
    Nel sito http://www.webalice.it/iltachione si può leggere gratuitamente in rete la teoria unificata dell’universo fisico e mentale, secondo il pensiero sineterico.
    La tesi fondamentale della teoria afferma che la gravità non è una qualità della materia ma una reazione astratta all’estensione angolare .
    Pertanto le successive dimensioni spaziali “estendendosi” a partire dal punto mentale,alla retta ,al piano e ai volumi, determinano REAZIONE ANGOLARE GRAVITALE ,all’ipotesi immaginaria di estensione LAMBDA, nello spazio tempo.
    Dunque le ragioni invisibili delle apparenze fisiche ,sono astrazioni di teorema matematici.
    Le apparenze fisiche visibili ai sensi sono simulazioni delle idee della teoria.
    In pratica non ci sono fenomeni fisici ma solo rappresentazioni mentali dell’osservatore

Lascia un commento